fbpx

Sinistra per Calenzano

Ambiente e Territorio

Non possiamo che rallegrarci della approvazione da parte della Giunta municipale dello studio di fattibilità sulla nuova scuola alla Fogliaia. È il primo passo di un lungo iter che - fra gara per la progettazione, progettazione definitiva ed esecutiva, gara d’appalto ed esecuzione dei lavori - forse, se tutto va bene, porterà fra 4 anni all’inaugurazione della nuova scuola.

E questo la dice lunga sul ritardo accumulato a Calenzano in tema di edilizia scolastica.

Nell’intervista rilasciata dall’Assessore Maggi, vengono molto enfatizzati i criteri adottati per la progettazione, eseguita anche con il supporto di Indire, che delineano una nuova idea di scuola ed una concezione degli spazi più idonei a percorsi formativi in evoluzione, che rivoluzionano la anacronistica visione di “lezione frontale” e la rigida organizzazione di ambienti e arredi che ha sempre comportato. D’altronde, evidentemente, non potevano non essere rispettate le attuali direttive ministeriali per la progettazione di nuovi edifici scolastici.

Leggi tutto...

Si avvia a conclusione la stagione olearia calenzanese 2020: è stata una buona ed abbondante produzione, agevolata nel raccolto da un insolito novembre soleggiato.

Sarebbe stata una bella festa alla rassegna della Mostra Mercato dell'Olio che ogni anno si tiene allo START, e che purtroppo quest’anno è saltata a causa della recrudescenza della seconda ondata dell’epidemia del virus Covid-19.

Un’infausta pausa forzata, che comprensibilmente si cerca di compensare svolgendo oggi un Mercato di Filiera Corta in piazza Vittorio Veneto, e che dovremmo utilizzare per una riflessione su questa rassegna e, possibilmente, elaborare una progettualità che rilanci nei prossimi anni il settore attraverso un salto di qualità che renda giustizia ad una eccellenza tutta calenzanese, espressione tra le più qualificanti del nostro territorio.

Leggi tutto...

 
Urbanistica e mobilità: quale futuro per Calenzano?

Un'iniziativa per discutere insieme ai cittadini del futuro del nostro Comune e per illustrare gli aspetti più critici delle previsioni urbanistiche che l'Amministrazione sta elaborando, con la possibilità di porre domande ai relatori attraverso i commenti. In apertura di serata interverrà il Presidente di Sinistra per Calenzano, Gianni Pagani, a cui farà seguito un'introduzione ed un giudizio generale sugli strumenti pianificatori attualmente in fase di elaborazione a cura del coordinatore del Gruppo di Lavoro "Ambiente e Territorio" di Sinistra per Calenzano, Roberto Marini. Si prosegue poi con una serie di interventi tematici: Marco Mugnaioni parlerà dell'uso di suolo vergine per nuove costruzioni nell'area di Fibbiana e alle porte di Travalle, Piero Panerai tratterà le previsioni di nuove superfici commerciali lungo via di Prato e l'effetto che esse avranno sul traffico, Francesco Piacente riferirà sulle conseguenze della futura viabilità prevista a Settimello e dell'ipotesi di nuove abitazioni in prossimità delle industrie, Filippo Francioni parlerà del progetto di interramento di via Pertini e del divieto di transito veicolare su via della Conoscenza, Simone Giuntini tratterà i nuovi sensi unici e le nuove edificazioni previste nell'abitato di Carraia e gli effetti della riapertura della cava della Cassiana, mentre Giuseppe Carovani relazionerà sul senso unico previsto nel tratto centrale di via Puccini e sulle relative conseguenze. Durante la serata sarà anche presentata la campagna di tesseramento 2021 di Sinistra per Calenzano: per ulteriori informazioni l'associazione è reperibile anche all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Posted by Sinistra per Calenzano on Wednesday, December 2, 2020

Articoli sul POC: 0) Opinione complessiva; 1) Uso di suolo zero? Parliamone, ma soprattutto applichiamolo; 2) Nuove superfici commerciali, ignorando gli assi viari intasati e la crisi economica; 3) A proposito di memoria corta: "sarebbe stato meglio non costruire le case intorno alla fonderia"... (questo articolo)

“...Sennò mi verrebbe di fare una battuta: certo, sarebbe stato meglio non costruire le case intorno alla fonderia. Però questo, ovviamente, si va a finire in tempi che, forse, non ci se ne ricorda neanche più…”

La memoria corta effettivamente è un problema. Anche per il sindaco Prestini che pronunciò queste parole solo un anno fa, durante il Consiglio Comunale che discuteva dei problemi dei cattivi odori e delle emissioni nella zona di Settimello.

Oggi con il nuovo Piano Operativo Comunale in fase di elaborazione l’Amministrazione intende riproporre la costruzione di nuove case proprio lì, nella zona di via dei Tessitori, a 50 metri dalla fonderia, a 20 metri dall’Autostrada.

Leggi tutto...

 

Dove siamo

I prossimi appuntamenti