fbpx

Sinistra per Calenzano

Ambiente e Territorio

Venerdì 2 Aprile alle 21.15, in diretta streaming su Facebook e sul nostro sito, si terrà un'iniziativa che affronterà tematiche importantissime per il nostro Comune: Piano Operativo Comunale, Piano della Mobilità, ma anche quanto previsto nel “Masterplan” per la realizzazione della cosiddetta “Nuova Centralità Urbana” e nel progetto del Parco della Carpugnane.

Durante la serata verranno descritti questi interventi e messe in luce tante delle evidenti contraddizioni che si celano dietro le descrizioni delle opere previste.

Leggi tutto...

In questo numero:

Sfoglia il giornale online

Leggi tutto...

Il fiume Marina è assai disordinato...
Il ponte alla Valle nella viabilità storica: recuperare l'antico nome per valorizzare il territorio ed entrare nel futuro

Nelle antiche leggende i ponti non hanno mai goduto di buona fama. Simbolo di un passaggio, spesso autentici collegamenti tra il mondo dei vivi e quello dei morti, sui ponti il viandante poteva anche fare brutti incontri e numerosi sono i ponti del diavolo, a ricordare come solo l'astuzia o l'aiuto divino avevano potuto salvare qualche malcapitato dalle grinfie del demonio. Del resto, passare un ponte non doveva infatti risultare cosa agevole. Su strade da percorrere a piedi, a dorso di mulo o, per i più fortunati, su carri, a cavallo, in carrozza o calesse, su strade non asfaltate paragonabili alle mulattiere odierne, sotto il solleone e nella polvere in estate, all'acqua, al gelo, impantanati nella mota in inverno, i viaggiatori (pellegrini, soldati o mercanti che fossero) coprivano distanze che si misuravano in giorni di cammino, superavano dislivelli arrancando in salita, anche un semplice torrente poteva costituire un serio ostacolo considerando la precarietà del passaggio (poco più di un guado o una semplice passerella di legno) e un'ampiezza del letto fluviale spesso variabile col trascorrere delle stagioni.

Leggi tutto...

Si fa un gran parlare di "consumo di suolo zero", tema che saltuariamente viene riproposto - a parole - dalle forze di maggioranza. Brevemente, vediamo quanto il POC adottato dal Comune di Calenzano sia coerente con questo principio.

Si sostiene che l’uso dei crediti edilizi non consumi suolo perché consente il recupero di volumi già esistenti ma collocati fuori dalla maglia urbana. Teoricamente è così, ma nella pratica i crediti vengono ora usati per trasferire all'interno della maglia urbana dei volumi di basso valore immobiliare, aumentandone così notevolmente il valore e talvolta persino accedendo a meccanismi di premialità che determinano l'incremento dei volumi edificabili. Qualcuno ha voglia di farsi un giro alla Fogliaia per verificare come non venga consumato il suolo? Fino al punto che una nuova scuola ora ci entra a malapena.

Leggi tutto...

Nelle prime presentazioni del POC (Piano Operativo Comunale) veniva chiaramente indicata la volontà di creare, ribassando via Pertini per realizzare un sottopasso e chiudendo al traffico via della Conoscenza, un collegamento pedonale fra la zona compresa fra la Biblioteca, la Chiesa, l’Università e la recente edificazione presente nell’area dietro il supermercato Coop (“area cani”).

Il progetto ha trovato la contrarietà di Sinistra per Calenzano assieme a quella di tantissimi cittadini: si tratta infatti di un'opera estremamente costosa e dalla difficile sostenibilità economica sul lungo periodo, considerandone le spese di manutenzione, e che sarebbe francamente sovradimensionata sia rispetto alla realtà del nostro Comune che alla viabilità esistente, creando inoltre difficoltà sul resto della rete viaria anche per via dell’impossibilità di transito veicolare su via della Conoscenza.

Leggi tutto...

 

Dove siamo

I prossimi appuntamenti